Dakhla

Remota e prospera: è Dakhla, una delle città marocchine più difficili da raggiungere. Battuta da forti venti, bagnata dall'oceano, baciata dal sole.

Non è semplice raggiungere la remota città di Dakhla, beatamente adagiata tra le onde dell’Atlantico e la sabbia del Sahara Occidentale. Per questo motivo molti turisti non la prendono nemmeno in considerazione; altri invece considerano il viaggio per Dakhla il suo principale motivo di interesse.

Si tratta effettivamente di una delle esperienze di viaggio più affascinanti che si possano fare: dovrete percorrere migliaia di chilometri e avrete bisogno di ore e ore di viaggio per andarvene lontani dal caos di grandi città come Marrakech e Casablanca e raggiungere questa città dall’atmosfera amichevole e rilassata. Un’esperienza che vi farà tornare indietro nel tempo ed apprezzare i ritmi lenti e la semplicità… per non parlare dei panorami, semplicemente mozzafiato!

Fondata dagli spagnoli nel 1844, Dakhla mantiene ancora forti legami culturali con la Spagna, in particolare le isole Canarie, ma altrettanto influente è la Mauritania, che si trova a circa 400 km. Sembrano tanti, ma considerate le distanze che separano Dakhla da altre importanti città marocchine la Mauritania appare molto più vicina.

L’affascinante viaggio per raggiungerla non è l’unico buon motivo per inserirla nel vostro itinerario di viaggio in Marocco. Questa particolarissima città è immersa in uno spettacolare scenario naturale: sorge su una penisola che si estende per 40 km dalla costa principale creando una suggestiva laguna e vanta alcune tra le più belle spiagge del Marocco.

Il sole splende tutto l’anno e le temperature sono decisamente piacevoli: il caldo estremo del vicino deserto del Sahara viene qui mitigato dal vento che soffia incessantemente.

Sconosciuta ai turisti internazionali fino a pochi anni, Dakhla è oggi una meta emergente del turismo marocchino grazie al sempre crescente interesse per gli sport acquatici, principalmente surf e kitesurfing. Fioccano gli investimenti, nuove costruzioni si aggiungono al buon numero di hotel e appartamenti già esistenti. Non vi pentirete del lungo viaggio.

Cosa vedere a Dakhla

Dakhla è molto piccola e si gira agevolmente a piedi; per raggiungere le spiagge più lontane o se il vostro hotel non è in posizione centrale potete spostarvi in taxi, è piuttosto economico.

La città non ha attrazioni storiche o culturali di rilievo: le cose da vedere in questa remota area del Sahara Occidentale sono i paesaggi.

Da non perdere è La Dune Blanche, un’alta duna di sabbia bianchissima nel mezzo di una laguna. Il colore della sabbia crea un suggestivo contrasto con l’azzurro dell’oceano: se non fosse per l’altezza della duna vi sembrerebbe di essere ai Caraibi!

Anche Dakhla ha un suo souk, decisamente più piccolo e meno caotico di quelli di Marrakech e altre famose città del Marocco centro-settentrionale. I venditori sono meno insistenti e i prezzi in genere più bassi: se amate lo shopping e la contrattazione a Dakhla potrete spuntare buoni affari.

Se avete la passione per i fari non potrete non subire il fascino di quello di Dakhla: forse non sarà il più bello che avete visto in vita vostra, ma questo faro a righe bianche e nere risulta particolarmente suggestivo per la sua posizione in quest’angolo remoto del nord Africa.

Nei dintorni di Dakhla è inoltre possibile vedere una coltivazione di ostriche, attività importante per l’economia della zona, e una fattoria con struzzi. Più interessante è fare un’escursione nel deserto: fatevi accompagnare da un’autista con 4×4 e vivrete una giornata densa di emozioni e di opportunità fotografiche.

Spiagge di Dakhla

Le spiagge di Dakhla e dintorni sono remote e selvagge: lunghi arenili battuti dal vento su cui si infrangono le possenti onde dell’oceano.

Sono stupende da vedere e un vero paradiso per gli amanti di surf, kitesurf, passeggiate in riva al mare o fotografia di paesaggi; sono meno indicate per chi ama trascorrere intere giornate steso al sole.

La spiaggia più vicina al centro di Dakhla è Oum Lbouer, raggiungibile in circa 10 minuti. Le spiagge più famose però sono PK25 e Foum El Bouir: si trovano a nord della città e si raggiungono in circa 20-25 minuti di taxi. Sono perfette per surf e windsurf; in zona sono sorte scuole e surf camp e qui si tengono alcune competizioni internazionali.

La migliore spiaggia di Dakhla per il kitesurfing è Speed Spot, lunga 2 km: nei momenti di bassa marea si forma una mini duna di 40 cm crea le condizioni perfette per salti da brivido.

Da non perdere è Dragon Island, un’isola formata da una duna di sabbia bianca la cui forma vista all’alto ricorda quella di un drago. Nei momenti di bassa marea si può raggiungere a piedi, altrimenti potete organizzare una gita in barca con gli hotel nei dintorni.

Dove dormire a Dakhla

L’offerta alberghiera di Dakhla si è sviluppata in pochi anni e oggi è già in grado di accontentare le esigenze di tutti i viaggiatori, dal giovane backpacker al turista che vuole lusso e comodità.

Le strutture sono moderne e permettono di effettuare prenotazioni online: potrete scegliere tra guesthouse, ostelli, hotel, resort. I prezzi sono molto economici e il rapporto qualità/prezzo è buono.

Molte strutture sono arredate in stile tradizionale marocchino, mentre quelle costruite recentemente in genere hanno uno stile più moderno.

Come raggiungere Dakhla

La città di Dakhla dispone di un piccolo aeroporto, ma purtroppo non è collegato all’Italia: è servito solo da voli nazionali per Casablanca, Agadir e Marrakech e un paio di voli internazionali per Francia, Germania e l’isola di Gran Canaria (questi ultimi solo stagionali). Sono voli di compagnie nazionali, molto costosi; non ci sono voli di compagnie low cost.

Il modo migliore per arrivare a Dakhla è noleggiare un’auto. È un viaggio on the road unico, durante il quale vedrete paesaggi mozzafiato e non pochi cammelli che vi attraverseranno la strada.

Questa bellezza purtroppo ha un suo prezzo: la lunga distanza richiede necessariamente una sosta per dormire, pertanto dovrete mettere in conto due giorni per arrivare; molte strade nel Sahara occidentale non sono illuminate e pertanto è molto pericoloso guidare di notte; il GPS ha una limitata copertura e quindi non è affidabile; i controlli di polizia sono molto frequenti lungo tutto il percorso e possono provocare rallentamenti.

Il poter fare un’esperienza unica ripaga tutte queste scomodità; se però non ve la sentite di affrontarle potete prendere un autobus per Dakhla dalle principali città del Marocco. Calcolate almeno 24 ore da Marrakech.

Non esistono invece treni per Dakhla in quanto la rete ferroviaria marocchina copre solo la parte centro-settentrionale del paese.

Dove si trova Dakhla

Vedi gli Hotel in questa zona
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.5 su 11 voti
Condividi