Cucina marocchina, cosa e dove mangiare in Marocco

La cucina marocchina è caratterizzata da numerose influenze che raccontano, attraverso il cibo, la lunga storia del Paese nordafricano fatta di colonizzatori e immigrati con sapori che richiamano il Medio Oriente, l’Andalusia e la Francia. La cucina berbera è ancora viva in piatti come il couscous e il tagine: il primo è un piatto di chicchi di semola a granelli condito con verdure e carne mentre il secondo è uno stufato che prende il nome dalla terrina di terracotta in cui è cotto sulla brace e composto da agnello, pesce o verdure.

Inoltre, i datteri e la frutta secca sono parte integrante della dieta marocchina, specialmente nel tagine, e sono essenziali durante il Ramadan, introdotto dall’harira, la zuppa più importante del Marocco, a base di pomodoro con ceci, carne, lenticchie e piccoli tagliatelle.

Le insalate marocchine possono essere sia cotte che crude. L’insalata raw è composta da pomodori, cetrioli, cipolle, pepe verde e coriandolo mentre la zaalouk, la bakoula e la choukchouka sono fatte di diverse combinazioni di verdure e spezie cotte tutte insieme in un tegame.

Se vi state chiedendo dove mangiare in Marocco sappiate che potrete scegliere tra vari tipi di ristoranti, tra cui quelli classici e quelli alla griglia dove potrete assaggiare piatti gustosi e a basso costo. Nei mercati troverete numerose bancarelle che vendono pane, limoni canditi, frutta secca ma anche zuppe, stufati e spiedini di carne. Le città nuove offrono una grande varietà di ristoranti, da quelli marocchini a quelli internazionali, dalle pizzerie ai fast food.

Attenti al tipo di ristorante che sceglierete, a causa delle scarse condizioni igieniche o di una particolare sensibilità di stomaco potrete essere affetti da dissenteria. La paura di ammalarsi non deve però ostacolare la possibilità di provare cibi diversi.

State attenti all’acqua che bevete, meglio in bottiglia, e ricordate che i costi del ristorante non riflettono necessariamente la sua qualità.

Spezie

Nella cucina marocchina giocano un ruolo importante anche le olive, gli agrumi, il caffè e naturalmente le spezie, come il cumino, la curcuma, lo zenzero e il pepe che sono utilizzate in ogni piatto e che si accostano alla cannella, alla paprika, ai peperoncini del Sahara e allo zafferano. Molto spesso assaporerete anche piatti arricchiti con il cardamomo, in questo caso parliamo di dolci, semi di sesamo e chiodi di garofano. Che dire poi del prezzemolo e del coriandolo, sempre acquistati insieme nei souk marocchini, e del Ras el Hanout, un mix di 20-40 spezie diverse miscelate dai negozianti secondo la propria ricetta tradizionale e molto utilizzate per cucinare.

Da provare

Il Couscous, un grano di semola fine, piatto tradizionale del Marocco, servito con agnello.

Pastilla o bisteeya, è un dolce di pasta filo riempito con pollo tagliuzzato o piccione, mescolato con uova, cannella, uvetta e mandorle tritate.

Tagine è uno stufato tradizionalmente cotto su un fuoco di carbone fumante in un vaso di terracotta: sono disponibili in molte combinazioni come il manzo con le prugne, il pollo al limone, l’agnello con i datteri, kefta, cioè polpette, con uova, frutti di mare, o solo verdure.

Il Tanjia è composto da carne di manzo o di agnello speziati, legati con carta e spago e portati all’hammam locale, il forno, dove il tegame viene sotterrato sotto la brace e lasciato a  cuocere lentamente per un paio d’ore.

Harira è una zuppa tradizionale berbera servita come antipasto e composta da pomodori, lenticchie, cipolla, spezie marocchine e ceci.

Lungo la costa atlantica gustate i prodotti freschi e scegliete tra orate, ostriche, gamberi e aragosta.

Corsi di cucina in Marocco

Durante il vostro soggiorno in Marocco sarete probabilmente rimasti affascinati dall’alchimia fatta di profumi, sapori e tradizioni del cibo marocchino e allora perché non prendere parte ad un breve corso di cucina per poi ricreare l’atmosfera e i sapori per gli amici e la famiglia una volta rientrati a casa?

Scoprite i segreti delle spezie, apprendete le tecniche antiche e seguite i consigli di veri chef per realizzare ottimi tagine, diffa, couscous piuttosto che degli ottimi dolci o catturare l’arte del tè alla menta, vero simbolo della cultura marocchina.

Sono molte le scuole di cucina tra cui potrete scegliere durante il vostro soggiorno e imparare così a cucinare i deliziosi piatti della tradizione nello scenario incantevole dei riad che spesso ospitano questi workshop.

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.5 su 2 voti
Condividi