Jardine Majorelle

Il pittore francese Jacques Majorelle si trasferì a Marrakech nel 1919 e, 3 anni dopo, acquistò un palmeto dove costruì una bellissima villa in Art Déco. Intorno alla residenza creò un giardino botanico, il Jardine Majorelle, ispirato ad un  giardino islamico, ricco di vegetazione lussureggiante, un laghetto centrale e rare specie di piante.

Nel 1980, Pierre Bergé e Yves Saint Laurent acquistarono l’area e la riportarono a nuova vita. Adesso in mano alla loro fondazione, il giardino ospita sentieri ombrosi, piante esotiche, cactus, yucca, gigli, gelsomini, buganvillee, palme, noci di cocco, banani, bambù e ninfee che dividono lo spazio con fontane e pergolati dando vita a diverse atmosfere. Il giardino, inoltre, ospita più di 15 specie di volatili endemiche del nord Africa.

Nel dicembre del 2011, al piano terra della villa è stato inaugurato un museo e oggi il Jardine Majorelle, un paradiso verde nel cuore della città rossa, è uno dei luoghi più visitati del Marocco con oltre 600 mila visitatori.

Mappa

Alloggi Jardine Majorelle

Cerchi un alloggio in zona Jardine Majorelle?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Jardine Majorelle
Mostrami i prezzi