Palazzo el Badi

Il Palazzo el Badi, letteralmente l’Incomparabile, era una sontuosa dimora decorata con piastrelle dipinte a mano, mosaici, oro, onice, marmo e coperta da soffitti in legno di cedro ma oggi non resta molto dell’antico splendore. Il sovrano alawita Moulay Ismail lo saccheggiò 75 anni dopo la sua costruzione per edificare il suo palazzo imperiale a Meknes.

Conosciuto anche come Palazzo dei tre re o  palazzo vecchio, il Palazzo el Badi è stato costruito nel XVI secolo dal sultano Ahmed Al Mansour Saadien Dhahbi per celebrare la vittoria contro l’esercito portoghese. Il sultano scelse di edificarlo nell’angolo nordorientale della Kasbah, vicino ai suoi appartamenti privati, e volle un ampio cortile con al centro una fontana monumentale con due vasche sovrapposte e sormontata da un getto d’acqua. Su entrambi lati, inoltre, si trovavano due padiglioni coperti da cupole sorrette da dodici colonne mentre due padiglioni di dimensioni maggiori occupano lato il settentrionale e quello meridionale.

Oggi a el Badi è sostanzialmente in rovina e restano solo alcuni frammenti di colonne, stucchi e piastrelle.

Vale la pena visitare le prigioni sotterranee e la terrazza da dove godere di una magnifica vista sui tetti di Marrakech. Nel mese di giugno, inoltre, il palazzo el Badi è lo scenario di una festa popolare e che vede la partecipazione di gruppi musicali e ballerini provenienti da tutto il Marocco.

Mappa

Alloggi Palazzo el Badi

Cerchi un alloggio in zona Palazzo el Badi?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Palazzo el Badi
Mostrami i prezzi