Heri el-Souani

A trenta minuti a piedi dalla porta Bab Mansour si trova l’enorme complesso dagli alti soffitti a volta di Heri el Souani, noto anche come Dar el Ma, un insieme di magazzini, stalle, granai, depositi e fienili utilizzati dal sultano Moulay Ismail per stoccare viveri in caso di siccità o di assedio.

Diversi pozzi e un sistema di canali d’acqua a pavimento, ideati per mantenere la temperatura bassa e far circolare l’aria, sono stati costruiti tra il ciascuna sala e oggi sono un magnifico esempio dell’ingegneria marocchina nel XVII secolo: il complesso è caratterizzato da minuscole finestre e pareti massicce spesse 3 metri. Ogni camera aveva un pozzo alimentato da ruote idrauliche e all’interno del complesso trovavano ricovero 12 mila cavalli.

Dalla terrazza sul tetto potrete ammirare una splendida vista sulla città di Meknes e del bacino Agdal Souani che si trova proprio al suo fianco e si estende su 4 ettari. I film L’ultima tentazione di Cristo e Gesù di Nazaret hanno utilizzato Heri el-Souani come scenario.

Mappa

Alloggi Heri el-Souani

Cerchi un alloggio in zona Heri el-Souani?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Heri el-Souani
Mostrami i prezzi