Tour del Marocco: consigli e itinerari

Organizzare da soli un itinerario di viaggio in Marocco è semplice, basta avere le informazioni giuste. Qui le trovate tutte!

Per un viaggio indimenticabile, diverso da ogni altra esperienza che avete già fatto, perché non andare in Marocco?

Pochi altri paesi permettono di combinare in un itinerario di una o due settimane tante attività diverse come camminare lungo le dune del deserto, visitare sfarzose città imperiali, prendere il sole su spiagge alla moda, conoscere l’antica e affascinante cultura berbera, fare trekking su montagne alte più di 3000 metri, rilassarsi con una lezione di yoga o di surf.

Se nella vostra vita è arrivato il momento di vivere un sogno prendete carta e penna e buttate giù il vostro itinerario di viaggio in Marocco. Il paese è in forte espansione ed è a tutti gli effetti un paese moderno: non avrete difficoltà o problemi di sicurezza a girarlo da soli.

Si può visitare sia con i mezzi pubblici che con un’auto a noleggio, ma quest’ultima è fortemente consigliata per poter sfruttare meglio il tempo a disposizione e vedere attrazioni non raggiungibili in bus o in treno.

In questa pagina trovate tutte le informazioni che vi servono per organizzare da soli un tour in Marocco: quando andare, come spostarsi, costi, informazioni pratiche, itinerari consigliati, consigli e altro ancora.

Come spostarsi in Marocco

Guidare in Marocco è un’avventura emozionante!

Autobus e treni in Marocco sono mezzi efficienti per spostarsi tra le località più importanti: i bus delle compagnie principali, come CTM e Supratours, e i treni delle ferrovie statali ONCF sono moderni, affidabili e abbastanza economici. Tenete presente però che la rete ferroviaria si sviluppa solo nella parte centro-nord del paese e che i viaggi in bus possono essere molto lunghi.

Un altro popolare mezzo di trasporto in Marocco è il taxi. Ce ne sono di due tipi: il petit taxi, per gli spostamenti all’interno della città, e il grand taxi, per spostarsi tra due località. I taxi in Marocco sono economici ma possono risultare snervanti per le lunghe contrattazioni sui prezzi, che spesso non tutelano da truffe e tariffe esageratamente gonfiate.

Il mezzo migliore per visitare il Marocco è l’auto, che in alcuni casi si rivela indispensabile, ad esempio se volete visitare località minori o spostarvi agevolmente nel sud del paese. Anche alcune attrazioni molto famose come Gole del Dades o le Cascate di Ouzoud sono impossibili da raggiungere con i mezzi pubblici.

Il noleggio auto in Marocco è piuttosto conveniente e guidare nel paese è generalmente facile (escludendo i centri delle grandi città, trafficati e dall’urbanistica a volte un po’ intricata).

Avere un’auto a disposizione vi permetterà inoltre di ottimizzare il tempo a vostra disposizione, senza perdere tempo ad attendere bus o treni, e quindi di riuscire a vedere molto di più.

Quando andare in Marocco

Il clima marocchino varia notevolmente a seconda della zona, pertanto il periodo migliore per andare in Marocco dipende dal tipo di viaggio che volete fare e dalle zone che andrete a visitare.

Se il vostro viaggio si concentra nel centro del Marocco, quindi Marrakech e Alto Atlante, i mesi consigliati sono marzo-giugno e ottobre-novembre. La parte nord, dalla costa mediterranea fino a Fés e Meknés, si visita meglio in primavera o a settembre. Per il deserto del Sahara il periodo consigliato va da settembre a novembre.

In generale, i mesi da novembre a marzo sono quelli che registrano il più alto flusso turistico, e quindi i prezzi di hotel e voli potrebbero aumentare. Se volete trascorrere Natale e Capodanno in Marocco è consigliabile prenotare gli hotel nelle grandi città con largo anticipo.

Quanto tempo ci vuole per visitare il Marocco

Il Marocco è un paese di vaste dimensioni pertanto è impensabile riuscire a girarlo tutto in una settimana. La buona notizia è che la quantità e la varietà di attrazioni culturali e paesaggistiche del Marocco permette di creare itinerari diversi che consentono di sfruttare al meglio il tempo a disposizione sulla base dei propri gusti e interessi.

Sono sufficienti 10 giorni per visitare con calma le più belle città imperiali e giungere alle pendici dell’Alto Atlante, per fare una rilassante vacanza di mare ad Agadir o spostandovi tra le varie località balneari della costa atlantica e mediterranea. Con due settimane piene potrete fare un itinerario classico del Marocco che tocca le città imperiali, le montagne e il deserto.

Se avete più tempo a disposizione potete spingervi nel sud del paese, molto poco visitato dai turisti internazionali, per addentrarvi nella cultura berbera e visitare remote località dal fascino solitario e decadente.

Grazie ai voli low cost dall’Italia, sempre più economici, è anche possibile organizzare una vacanza breve di 4-5 giorni con base a Marrakech e qualche gita in giornata nei dintorni.

Da dove iniziare un tour del Marocco

Le città consigliate per iniziare un tour del Marocco sono Marrakech e Casablanca perché sono le due località marocchine che offrono più voli low cost dall’Italia. I voli low cost per Agadir sono in genere stagionali.

Se avete un budget più alto potrete trovare voli anche per altre città durante tutto l’anno viaggiando con compagnie di bandiera.

Quanto costa un tour del Marocco

Il Marocco non è una destinazione cara: in media i prezzi sono più bassi che nelle città europee, e scendono notevolmente nei piccoli paesi. Molte attrazioni interessanti sono gratuite o hanno un biglietto d’ingresso molto economico (uno-cinque euro); sono economiche anche altre voci importanti nel budget di una vacanza, come pasti e trasporti.

Per farvi un’idea, per un pranzo o cena in un ristorante di categoria media si spende circa 20 euro per due persone, cifra che potete ridurre notevolmente se vi accontentate di un panino o volete provare lo street food marocchino. Il taxi costa intorno a 0,50 euro per chilometro, mentre un bus di lunga percorrenza vi costerà circa 8 euro per un viaggio di 4 ore.

Se guidate l’auto mettete in conto il prezzo della benzina (poco più di un euro al litro) e delle autostrade: sono a pagamento tutte le strade principali che collegano le grandi città, come Marrakech, Casablanca, Tangeri e Rabat.

Quali località visitare durante un tour in Marocco

La lista di cose da vedere e da fare in Marocco è davvero ampia: è possibile creare itinerari personalizzati su misura dei propri interessi. Ma come scegliere le tappe dell’itinerario?

Per aiutarvi nella scelta abbiamo elencato qui di seguito le più famose località del Marocco suddivise per tipologia:
Un altro aiuto per stabilire le tappe del nostro itinerario ve lo può dare la nostra mappa interattiva: a colpo d’occhio avrete tutte le attrazioni da non perdere in Marocco.

Itinerari consigliati

Così tante cose da vedere in Marocco che non sapete da dove partire per organizzare il vostro tour? Ecco alcune proposte di itinerario in auto in Marocco, pensate per chi vuole vedere il meglio di questo affascinante paese.

Itinerario classico del Marocco

L’itinerario classico del Marocco, quello seguito dalla maggior parte dei turisti, si svolge tutto nella parte centro-nord del paese e permette di concentrare in un’unica vacanza i luoghi più affascinanti: città imperiali, montagne e gole, deserto. Vi serviranno 10-14 giorni, a seconda del ritmo a cui volete viaggiare e del numero di tappe che volete inserire nell’itinerario.

Iniziate da Marrakech, stupenda città ricchissima di palazzi, moschee, musei e giardini dove potrete fare acquisti nel labirintico souq e assistere a spettacoli all’aperto nella suggestiva piazza Jemaa El Fnaa. Partite poi verso Merzouga, dove iniziano i tour nel deserto fino a Erg Chebbi; lungo il percorso fermatevi a Aït Banhaddou per ammirare una fiabesca kasbah e alle Gole del Todra per paesaggi mozzafiato.

Dopo il tour nel deserto riprendete l’auto e scegliete se visitare Fès o Meknès, entrambe con una splendida medina, dopodiché spostatevi a ovest e fermatevi a Casablanca per conoscere il volto moderno del Marocco.

A seconda del tempo a vostra disposizione potete concludere qui il vostro itinerario e fare ritorno a Marrakech oppure proseguire verso sud per un’ultima tappa a Essaouira, graziosa cittadina di mare famosa per i suoi ristorantini all’aperto di pesce alla griglia.

Itinerario mare e cultura in Marocco

Il Marocco sta emergendo come nuova destinazione per vacanze di mare: grossi investimenti hanno portato allo sviluppo di moderne infrastrutture turistiche, ma in molte cittadine è ancora possibile vivere un’atmosfera d’altri tempi.

Un itinerario di 14-20 giorni lungo la costa atlantica vi consente di godere di spettacolari scogliere, lunghi arenili sabbiosi, caratteristici villaggi di pescatori e località alla moda. Il modo migliore per esplorare la costa è partire da Tangeri, città di mare dai vivaci fermenti culturali, e scendere verso sud.

A seconda del tempo a vostra disposizione potete scegliere il numero di tappe del vostro itinerario mare e cultura. Ecco qualche suggerimento:

Itinerario città imperiali

Se siete interessati più all’arte e alla cultura che ai splendidi paesaggi del Marocco l’itinerario adatto a voi è il tour delle città imperiali. È un itinerario circolare che in una settimana vi permette di visitare le quattro città che furono residenza dei Sovrani del Regno del Marocco: Marrakech, Fès, Meknès e Rabat.

È un itinerario da mille e una notte, consigliato a chi ama architettura e storia e a chi vuol fare il pieno di suggestione. Vi attendono labirintiche medine, sontuosi palazzi di sultani, moschee finemente decorate e mille altre meraviglie.

Informazioni utili per visitare il Marocco

Ecco alcune informazioni pratiche che vi saranno utili per organizzare il vostro tour in Marocco.

Orari di apertura

Il Marocco segue la settimana lavorativa occidentale, quindi da lunedì a venerdì, ma molti negozi sono aperti anche durante il weekend.

L’orario di apertura dei negozi marocchini in genere va dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 20:00, con una pausa pranzo più lunga il venerdì (giorno di preghiera). Nei ristoranti è possibile mangiare dalle 12:00 alle 15:00 e dalle 19:00 alle 22:00; le caffetterie aprono e chiudono prima mentre i bar, soprattutto nelle grandi città, rimangono aperti fino a tardi.

Uffici postali, banche e uffici pubblici sono aperti con orario continuato dalle 8:30 alle 16:30 o 18:30, ma chiudono durante il weekend.

Orari di apertura durante il Ramadan

Se viaggiate durante il Ramadan (si svolge in genere tra marzo e aprile, ma le date variano di anno in anno) tenete presente che tutti gli orari che vi abbiamo elencato qui sopra vengono sfalsati. Il ritmo del paese cambia completamente: aspettatevi di trovare negozi e uffici aperti solo tra le 10:00 e le 15.00.

Distributori di benzina

Un fattore importante nell’organizzazione di un viaggio in auto in Marocco è il rifornimento di carburante.

Fare benzina nelle grandi città o negli spostamenti tra una città e un’altra non è un problema, ma in zone meno popolate, come l’Alto Atlante o i paesini alle porte del deserto, i distributori di benzina sono molto scarsi o inesistenti. È quindi fortemente consigliato fare il pieno di carburante ogni volta che se ne ha la possibilità.

Guidare in Marocco

Sfatiamo un diffuso luogo comune: guidare in Marocco non è pericoloso. Bastano un paio di accortezze, peraltro da seguire in ogni paese, per vivere un’esperienza appagante e in piena sicurezza.

Se vi spostate tra le grandi città non avrete alcun problema perché le autostrade sono moderne e funzionali.

Le cose cambiano nelle zone di montagna, avvicinandosi al deserto o nei paesini del sud: il manto stradale non è sempre in buone condizioni, le buche sono frequenti e potrebbe capitarvi di percorrere alcuni tratti sterrati; l’illuminazione è scarsa; il passaggio di animali non è infrequente. Inoltre alcune strade di montagna sono ripide e presentano numerosi tornanti.

Per tutti questi motivi se ci si allontana dalle città è bene guidare con prudenza, ad una velocità moderata.

Approfondimenti

Itinerario delle Città imperiali

Itinerario delle Città imperiali

Gran tour del Marocco

Gran tour del Marocco

Itinerario del sud del Marocco

Itinerario del sud del Marocco

Itinerario della costa mediterranea

Itinerario della costa mediterranea

Itinerario dei siti Unesco

Itinerario dei siti Unesco

Itinerario dei parchi nazionali

Itinerario dei parchi nazionali

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.6 su 9 voti
Condividi